Le forze aeree della Francia e della Gran Bretagna hanno condotto un’esercitazione congiunta di proiezione di lungo raggio a Gibuti nella prima settimana di gennaio.

L’attività, denominata Shaheen, ha visto la partecipazione di due tanker A-330 della RAF, decollati dalla base di Brize Norton, e quattro caccia Mirage 2000 dell’Armée de l’Air francese, impegnati in un volo di oltre 4.000 Km dalla Francia a Gibuiti.

L’esercitazione è finalizzata a rafforzare la capacità del Combined Joint Expeditionary Force Air Component (CJEF), entità creata nel 2010 dalla Francia e dalla Gran Bretagna a margine dei trattati di Lancaster House, e destinata a favorire la capacità di proiezione di lungo raggio delle forze aeree dei due paesi.

L’operazione ha seguito di pochi giorni quella a sola conduzione francese di simulazione di un attacco a Gibuti e proiezione di una forza di difesa aerea dalla Francia, che ha visto poco prima di Natale cinque caccia Rafale della base di Saint –Dizier portarsi in volo verso Gibuti, riforniti da uno dei nuovi A-330 MRTT francesi e assistiti da un E3-F Awacs.

L’operazione, denominata Minotauro, si è protratta per un’intera giornata, permettendo ai velivoli francesi di percorrere i 4000 Km circa per Gibuti e il successivo rientro sulle basi francesi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here