Con una cerimonia sull’aeroporto Aden Adde di Mogadiscio, l’autorità per l’aviazione civile somala ha ripristinato il registro dei propri aeromobili e la certificazione dei piloti e dei controllori di volo.

A distanza di trent’anni dallo scoppio della guerra civile che fece piombare la Somalia nel caos e nella prolungata assenza di istituzioni, oggi l’ente di controllo dell’aviazione civile somale è stato ufficialmente autorizzato a gestire le registrazioni degli aeromobili nazionali con il codice biletterale “6O”.

Il direttore generale della Somali Civil Aviation Authority – SCAA (Hay’adda Duulista Rayidka Soomaliyeed), Ahmed Moalim Hassan, con una cerimonia sull’aeroporto di Mogadiscio “Aden Adde”, ha annunciato anche l’istituzione del registro per i piloti civili e dei controllori del traffico aereo.

L’annuncio dell’imminente ripresa nelle registrazioni degli aeromobili civili l’aveva fatto lo scorso 24 giugno il ministro dei trasporti Mohamed Abdullahi Omar, annunciando la firma da parte del presidente Farmajo della nuova legge che ristabiliva le prerogative della SCAA.

L’obiettivo del governo è oggi quello di ricreare la compagnia di bandiera Somali Airlines, offrendo in tal modo un potenziamento qualitativo e quantitativo nell’eterogenea offerta di voli da e per la Somalia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here