Il 26 maggio Jane Marriott l’alta commissaria per il Kenya, lo speciale ambasciatore che il Regno Unito manda nei paesi del Commonwealth, ha visitato la città di Mandera adiacente al confine nord-orientale con la Somalia. 

Il motivo della visita è l’inclusione di Mandera nel SUED, un progetto economico e infrastrutturale per aiutare e sostenere le zone al confine con la Somalia per assicurare stabilità nell’area. Un particolare fine del progetto, il primo di economia urbana sostenibile della contea, è quello di dare particolare attenzione ai giovani più vulnerabili agli estremismi. Inoltre il SUED si prefigge di lavorare sulla questione della devolution in questa contea, motivo per il quale era presente il ministro per la devolution Wamalwa ad accompagnare la Marriott durante la visita.

Il Sustainable Urban Economic Programme (SUED) ,che mira a trasformare i comuni in metropoli di livello mondiale, è un programma quinquennale di 70 milioni di sterline sostenuto dal governo britannico attraverso il Foreign Common Wealth and Development Office (FCDO). Il programma sostiene 12 comuni in rapida crescita per sviluppare piani economici urbani sostenibili e attrarre investimenti per infrastrutture e progetti per la catena di valore.

La zona soffre di una forte instabilità dovuta dal terrorismo e le tensioni con la vicina Somalia. Questo progetto economico si affianca infatti ad uno più generale di stabilità nell’area, aggiornato il 25 gennaio, lo UK-Kenya Security compact. Il paese è molto importante per il Regno Unito in quanto è molto vicino alla Somalia, paese in cui è fortemente radicato il gruppo jihadista di Al-Shabaab ed ha per questo una posizione strategica sulla sicurezza dell’area.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here