Nuova visita a Gibuti il 6 giugno di un’unità della marina militare del Pakistan, la PNS Saif, impegnata in una missione di pattugliamento nell’Oceano Indiano.

La visita simboleggia il rinnovato interesse del Pakistan per l’area del Corno d’Africa, e soprattutto per Gibuti, dove ha compiuto alcune missioni nel corso dell’anno anche per portare aiuti durante la fase più critica dell’emergenza Covid.

Il Pakistan, così come l’India, cerca di esercitare una crescente capacità militare anche nell’area occidentale dell’Oceano Indiano, e soprattutto all’imbocco dello strategico tratto di mare del Mar Rosso, proiettando una capacità avanzata di difesa dei propri interessi marittimi e commerciali.

La nave è stata accolta nel porto di Gibuti dai vertici della locale marina militare e dal Console onorario pakistano, Imran Mohamad Ilyas.

Numerose visite ufficiali e contatti telefonici sono stati organizzati dall’equipaggio durante la sua sosta a Gibuti, promuovendo con le locali autorità politiche e militari la discussione di temi di comune interesse tanto sul piano della sicurezza quanto della rilevanza strategica del Mar Rosso e dello stretto di Bab el Mandab.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here