Una delegazione governativa dell’Eritrea, composta dal ministro degli Esteri Osman Saleh e dal consigliere presidenziale Yemane Ghebreab, si è recata il 12 agosto in Arabia Saudita, a Riyadh, dove si è incontrata con il Ministro degli Esteri Principe Faisal bin Farhan. Alla riunione hanno partecipato anche l’ambasciatore saudita all’Asmara, Saqr Al-Qurashi, e il direttore generale del Dipartimento per gli affari arabo-africani del ministero degli Esteri saudita, Muhammad Al-Ali.

La visita è stata annunciata da entrambi i paesi come parte del programma periodico di incontri stabilito nell’ambito della Commissione Congiunta Ministeriale, per discutere degli sviluppi delle principali questioni di interesse regionale.

Informazioni come di consueto scarne hanno accompagnato la visita da parte eritrea, mentre l’Arabia Saudita ha brevemente commentato l’incontro accennando ai temi di discussione, che hanno toccato le relazioni bilaterali e gli sviluppi delle principali dinamiche politiche regionali.

Sebbene non confermato da alcuna fonte, l’incontro ha certamente avuto come argomento di interesse primario l’evoluzione della crisi nel Tigrai e il ruolo delle forze eritree presumibilmente ancora presenti in alcune aree in prossimità delle frontiere.

L’Arabia Saudita ha manifestato più volte nel corso dei mesi la propria preoccupazione per l’evoluzione della crisi in Tigrai, così come per la concomitante tensione tra l’Etiopia, da una parte, e l’Egitto e il Sudan, dall’altra, derivante dallo sviluppo della diga del GERD, dal riempimento del bacino idrico a monte della diga e, nella vicina area dell’al Fashaga, dalle tensioni generate dall’insoluta questione confinaria e dalla presenza di una comunità etiopica di agricoltori in territorio sudanese.

La continuità del programma di incontri tra le delegazioni eritree e quelle saudite costituisce un segnale positivo nella dimensione bilaterale del rapporto tra Riyadh e l’Asmara, riavvicinatesi sensibilmente nel corso degli ultimi mesi, a fronte invece del contestuale raffreddamento dei rapporti di entrambi i paesi con gli Emirati Arabi Uniti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here