I consigli locali di alcune zone dello stato regionale delle Nazioni, delle Nazionalità e dei Popoli dell’Etiopia Meridionale (SNNP) hanno approvato una risoluzione il 2 agosto per la creazione di due nuovi stati regionali al di fuori del SNNP.

I consigli di undici zone e sei Woreda speciali della regione hanno espresso la volontà di dar vita a due nuovi stati regionali autonomi rispetto al SNNP, sottoponendo adesso la proposta ad un referendum popolare. In particolar modo la prima entità è quella scaturente dall’accordo definito dai consigli delle zono di Konso, Gedeo, Gamo, Gofa, Omo del Sud e Wolayta e dai cinque Woreda speciali di Amaro, Ale Basketo, Burji e Derashe. La seconda entità è invece promossa dalle zone di Gurage, Hadiya, Halaba, Kembata Tmbaro e Silte, insieme al Woreda speciale di Yem (https://addisstandard.com/news-eleven-zones-six-special-woredas-in-ethiopias-southern-state-undergo-major-restructuring-to-create-two-more-regional-states/).

L’iniziativa di riorganizzazione amministrativa dei due nuovi stati segue quella del 2019 che portò alla creazione dello stato regionale di Sidama e quella del 2021 che ha favorito la costituzione dello Stato Regionale del Popolo dell’Etiopia del Sud Occidentale.

Il consiglio dello Stato Regionale del Popolo dell’Etiopia Sud Occidentale, sorto dalla federazione delle cinque zone di Kaffa, Sheka, Bench Sheko, Dawuro e Omo Ovest, insieme al Woreda speciale di Konta, ha annunciato il 3 agosto che le capitali dello stato saranno quattro, con pari status, a Bonga, Tercha, Mizan Aman e Tepi. Bomga ospiterà la sede del presidente, Tercha il consiglio regionale, Mizan Aman la magistratura e Tepi il consiglio delle nazioni (https://addisstandard.com/news-southwest-ethiopia-state-council-tables-draft-bill-proposing-four-regional-capitals-of-equal-status/).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here